Diritto inglese: contratto risarcimento dei danni per falsa dichiarazione.

Contratto, il risarcimento dei danni per falsa dichiarazione in UK resa dalla tua controparte.

Contratto risarcimento dei danni per falsa dichiarazione Inghilterra Diritto Inglese

la falsa dichiarazione in un contratto - coppolaw.co.uk

Contratto e risarcimento dei danni per falsa dichiarazione in Inghilterra.

Il Diritto Inglese riserva una interessante disciplina alla falsa dichiarazione che una parte rende in un contratto.

Una falsa dichiarazione resa in un contratto potrebbe legittimare la tua richiesta di risarcimento del danno se ti ha indotto a firmare l’accordo.

Se vivi nel Regno Unito o in Inghilterra ogni giorno concludi dei contratti e talvolta può accadere che la controparte formuli delle false dichiarazioni che ti inducono a sottoscrivere un accordo che diversamente non avresti firmato perchè sei stato indotto in errore dalle sue dichiarazioni.

Un classico esempio è quello in cui l’altra parte ti rappresenta che l’oggetto del contratto ha delle qualità che in verità non possiede e tu fidandoti della sua dichiarazione ti convinci  a concludere l’accordo salvo poi scoprire, una volta acquistato il prodotto, che quel bene non possedeva le tanto decantate qualità promesse dal venditore.

La normativa varia in relazione alla tipologia di dichiarazione resa.

Infatti se la dichiarazione riguarda un Term avrai più possibilità di ottenere un risarcimento rispetto al caso in cui riguardi un elemento non essenziale come una Condition.

Detta dichiarazione potrebbe legittimare il risarcimento solo se può essere dimostrato che chi l’ha fatta aveva l’intenzione di frodarti o se l’ha fatta per negligenza.

La falsa dichiarazione fatta in buona fede, viceversa, non legittima il risarcimento del danno per assenza dell’elemento soggettivo.

Ciò premesso esistono tre tipi di false dichiarazioni:

1. Dichiarazioni fraudolente che sono quelle false dichiarazioni rese consapevolmente e con dolo.

2. Dichiarazioni negligenti che sarebbero le dichiarazioni incaute che inducono in errore l’altra parte.

3. Falsa dichiarazione innocente: che sebbene falsa è fatta senza colpa e non legittima il risarcimento del danno.

Il contratto basato su false dichiarazioni di qualsiasi tipo è annullabile, tecnicamente rescindibile, a scelta della parte innocente che potrà risolvere il contratto e chiedere, eccetto nei casi di innocente falsa dichiarazione, il risarcimento dei danni per la falsa dichiarazione

Una parte perde il diritto a recedere se viene a conoscenza della falsa dichiarazione e comunque insiste nell’adempimento del contratto oppure se non contesta detta dichiarazione in un tempo ragionevole.

Quanto ai danni, se la parte innocente può dimostrare che la falsa dichiarazione era fraudolenta o negligente potrà recuperare tutte le perdite subite a seguito della dichiarazione.

Come regola generale, i danni non sono disponibili per false dichiarazioni innocenti; tuttavia, ai sensi del Misrepresentation Act, un tribunale ha la facoltà di concedere un risarcimento danni in lieu della rescissione per false dichiarazioni innocenti.

Interessante leggere l’intera normativa sulla legislazione governativa uk in cui troverete dettagliatamente l’intera disciplina della materia e vi renderà edotti dei vostri diritti laddove tu ritenga di essere stato vittima di una falsa dichiarazione.

La misura normale dei danni comprende oltre alle perdite subite a seguito della stipula del contratto anche qualsisi spesa accessoria.

Seguici su www.coppolaw.co.uk per la tutela dei tuoi diritti.

avv.Giuseppe Coppola – Lawyer – Diritto Inglese