Regno Unito: la violenza domestica. Quando il partner è violento

Quando hai un partner violento che abusa su di te. Sono tanti i casi che riguardano la violenza domestica nel Regno Unito. Consigli legali e tutela.

Regno Unito: la violenza domestica. Quando il partner è violento
Regno Unito: la violenza domestica. Quando il partner è violento. Coppolaw

Breve guida di Coppolaw su la violenza domestica nel Regno Unito e in Inghilterra, quando il partner è violento.

Essere abusati da un partner o da un familiare è un’esperienza spaventosa che non dovrebbe mai accadere.
Anche nel Regno Unito ci sono diversi casi di violenza domestica in cui un soggetto subisce violenza dal proprio partner da un familiare.

La violenza domestica in Inghilterra può manifestarsi in diversi modi, tra cui:

Violenza fisica
Abuso sessuale
Molestie
Minacce
Abuso emotivo
Comportamento di controllo

Ai sensi del Family Law Act del 1996, la Corte offre protezione alle vittime di violenza domestica dall’aggressore, quando il partner è violento.
Principalmente ci sono due tipoligie di “Orders”

– Non Molestation Order – per prevenire o far cessare la violenza domestica, le minacce, le molestie e tutte quelle condotte moleste perpetrare dal partner violento.
– Occupation Order – che presuppone sempre una violenza e lo si chiede per escludere qualcuno dalla casa di famiglia o impedirgli di avvicinarsi.

Ordine di non molestie (Non Molestation order)

Come detto sopra, questo Ordine impedisce al destinatario di usare violenza, in tutte le sue forme, su una persona. Detto Ordine può anche impedire a qualcuno di incoraggiare, consigliare o suggerire ad un terzo di arrecare molestia ad un’altra persona..

Se l’ordine viene violato potrebbe configurarsi un reato e la persona può anche essere arrestata.

Ordine di occupazione (Occupation Order)

Con questo Ordine la Corte stabilisce chi può vivere nella casa di famiglia e chi deve allontanarsi per un periodo di tempo determinato.
I termini effettivi dell’ordine possono essere di ampia portata. Ad esempio, l’ordine può impedire del tutto a una persona di entrare in casa o o, talvolta, in determinate aree della casa. L’ordine può anche vietare al violento di avvicinarsi all’abitazione.

Se la casa è in locazione, la Corte può trasferire il contratto di locazione alla persona che resta nell’immobile, anche se inizialmente  il contratto era a nome della persona allontanata.

La Corte comunque può, a sua discrezione, ordinare al partner violento di effettuare pagamenti specifici per un periodo di tempo, come il pagamento del canone di locazione.

Che durata hanno gli ordini?

Non vi è un termine predefinito e questo verrà determinato dalla Corte in ragione alle esigenze considerate e riconosciute, solitamente l’ordine ha una durata di svariati mesi o, meno frequentemente, di più anni. Come detto dipende dalla gravità della violenza domestica

Quali sono i consigli pratici?

Se c’è un pericolo effettivo la prima cosa da fare è chiamare immediatamente la Polizia.
Se ci sono lesioni occorre informare il medico di famiglia o l’ospedale poiché questa è una prova ulteriore di ciò che è accaduto e può rafforzare la vostra tesi.

Avv.Giuseppe Coppola – Lawyer – Diritto Inglese.